Magistrature Superiori - Home
Magistrature SuperioriMagistrature SuperioriMagistrature Superiori

La II sezione della Corte di Cassazione, con la sentenza n.1669/2017, ha confermato che le dichiarazioni predibattimentali rese in assenza di contraddittorio, ancorché legittimamente acquisite, non possono- conformemente ai principi affermati dalla giurisprudenza europea, in applicazione dell’art.6 della CEDU- fondare in modo esclusivo o significativo l’affermazione della responsabilità penale.

La deroga al principio della formazione dialettica della prova, se per un verso autorizza l’acquisizione al processo dell’atto compiuto unilateralmente, per l’altro non pregiudica la questione del valore probatorio che ad esso, in concreto, va attribuito, richiedendo il necessario supporto di altri elementi di riscontro probatorio.